Questo sito fa uso di cookie, i cookie introducono una gamma di servizi che migliorano la tua fruizione del sito. Utilizzando il sito si ritiene accettato l'uso dei cookie secondo le nostre linee guida. Per maggiori informazioni clicca qui.

Home Giocare Come giocare Manovra finanziaria Le scale di riduzione

Le scale di riduzione

Tag:
Ridurre l'esposizione di capitale riducendo percentualmente le puntate

Se si vuole giocare una montante ma non si ha a disposizione tutto il capitale necessario per poter reggere diversi termini, la soluzione più pratica è quella di ridurre l'entità delle puntate.

Facciamo subito un esempio con la più classica delle montanti, la D'Alambert,che prevede l'aumento di un pezzo in caso di sconfitta e la diminuzione di un pezzo in caso di vittoria. Se applichiamo una riduzione al 50% non faremo altro che aumentare a 2 i colpi di riferimento in cui cambiare la puntata.

Praticamente aumenteremo di 1 pezzo dopo 2 colpi persi e diminuiremo di 1 pezzo dopo 2 colpi vinti. Analogamente se volessimo giocare in maniera più conservativa e applicare una riduzione al 25% ( un quarto della puntata teorica) ci troveremo ad aumentare di 1 pezzo ogni 4 colpi persi e diminuire di 1 pezzo ogni 4 colpi vinti.

Ai fini del gioco pratico occorre segnare sul carnet di gioco la puntata teorica e poi calcolare la percentuale e approssimare per eccesso il numero di pezzi ottenuto.

Prendendo l'esempio della riduzione al 50%, se la progressione teorica indica di giocare 5 pezzi, bisognerà metterne a tappeto 3 (2,5 approssimato a 3).

Qualunque sia la progressione utilizzate applicare la scala di riduzione significa rallentare l'esposizione del capitale e di conseguenza ridurre l'entità della vincita o allungare i tempi per raggiungere i proprio obiettivo.

Le scale di riduzione furono presentate al pubblico nel secolo scorso da Henry Chateaux che le ha illustrate nei suoi articoli per le riviste dell'epoca  e nel suo libro "La science de la roulette e del 30/40"