Questo sito fa uso di cookie, i cookie introducono una gamma di servizi che migliorano la tua fruizione del sito. Utilizzando il sito si ritiene accettato l'uso dei cookie secondo le nostre linee guida. Per maggiori informazioni clicca qui.

Home Conoscere I rischi

I fattori di rischio alla roulette

Chi vuole cimentarsi con la roulette deve essere a conoscenza dei grossi rischi a cui va incontro; rischi propri del gioco d'azzardo, perché non va mai dimenticato che la roulette è un gioco d'azzardo.

L'azzardo, nonostante derivi dalla propensione naturale dell'uomo verso il rischio, la competizione, la sfida, viene considerato socialmente come un fenomeno negativo; un vizio come il fumo, l'alcool o le droghe.

Nulla da eccepire se si discute dell'abuso o della dipendenza che questi vizi possono portare; in casi estremi vere e proprie malattie da curare.

 

Un ostacolo culturale

In italia però questi vizi hanno culturalmente e storicamente una valenza differente.
Vi faccio un piccolo esempio, se una persona dice: "vado a farmi un bicchiere di grappa" o "vado a fumarmi una sigaretta" non scatena strane reazioni nell'uomo comune, ma se la stessa persona dice "vado a fare una puntata alla roulette" viene immediatamente identificata come uno "schiavo del gioco". Non importa se il bevitore sia già al quinto superalcoolico o il fumatore sia alla fine del secondo pacchetto della giornata, il loro è un vizio socialmente accettabile.
Secondo esempio, se la stessa persona invece che giocare alla roulette vi dice "vado a giocare al superenalotto" o "vado a comprare il biglietto della lotteria" o compra un gratta e vinci o mette il resto nella slot del bar viene considerata una persona assolutamente normale. Se prende la macchina per andare al casinò è un malato.
Ciò significa che non tutti i giochi d'azzardo sono considerati uguali, alcuni sono visti come uno svago o positivi, perchè danno la speranza a qualche fortunato di rifarsi una vita, mentre altri delle piaghe da curare.

Onesto sì, ma attenzione all'abuso

Sappiamo che la roulette è uno dei giochi più favorevoli ed "onesti" per il giocatore, ma sappiamo anche che si tratta di un gioco d'azzardo in cui si rischiano i propri risparmi e quindi occorre attenzione: l'abuso ed il rischio di dipendenza sono dietro l'angolo.

Sociologi, psicologi, biologi e neurologi non hanno ancora trovato quale sia il confine tra il giocatore cosciente ed il giocatore dipendente, tra il gioco e la malattia, tra l'uso e l'abuso.

Sappiamo però e sono state analizzate le diverse motivazioni: sogno di ricchezza, voglia di misurarsi, bisogno di suspense ed eccitazione, fuga dalla monotonia quotidiana, presunzione di infallibilità, bisogno di combattere lo stress ed altre ancora. Sappiamo anche che variano le valutazioni da soggetto a soggetto - chi gioca poco e spesso è più vizioso di uno che rischia tanto ma raramente?

Inoltre c'è chi sostiene che il livello di alcune sostanze chimiche nel cervello influenzi l'autocontrollo e quindi certi individui possono essere neurologicamente più soggetti a fenomeni di dipendenza.

Domande a cui non possiamo rispondere. Noi ci limitiamo a illustrarvi i pericoli dell'azzardo legati alla struttura della roulette per aiutarvi a riconoscerli e riuscire ad evitarli.

La conoscenza rafforza la speranza

Certo parlare dei pericoli e dei rischi della roulette in un sito interamente dedicato ad essa è come parlare di corde in casa dell'impiccato. Ma il motto del sito "la fortuna va e viene, la conoscenza rimane" vale soprattutto in questo contesto, per fare in modo che il gioco non si trasformi in un problema, perché se è vero che se si impara dall'esperienza è meglio farlo sull'esperienza di altri che già ci sono passati.

Capitale non adeguato

Alla roulette il giocatore con la banca piccola sfida il casinò con la manca immensa. Si parte già svantaggiati, ma questo svantaggio di base non deve essere peggiorato.

Leggi il resto

Bari e truffatori

Che siano i gestori del casinò, i giocatori o i croupier dove c'è il denaro c'è sempre in agguato il furbacchione che pensa di saperla più lunga. Seguite i nostri consigli e imparerete a difendervi.

Leggi il resto

Il rischio di vincere

Facile dire "non gioco più quando si perde", molto meno riuscire a farlo quando si vince. La vincita, soprattutto se avviene facilmente, droga il cervello e spinge il giocatore a ritornare.

Leggi il resto

Ricerca di status

La percezione assoluta della roulette come simbolo del rischio e dell'azzardo, porta molte persone a giocare per dimostrare qualcosa: uno stile di vita, il coraggio, l'anticonformismo, etc..

Leggi il resto

La cifra tonda

Il più grosso pericolo psicologico. Perché non ci si ferma quando è il momento di fermarsi e si insegue la cifra tonda ? perché siamo stupidi.

Leggi il resto

Complessità sistemi

La roulette con le sue molteplici variazioni di metodi di gioco e puntate offre ai giocatori esperti la possibilità di elaborare sistemi complessi, di calcolare le probabilità e puntare in maniera originale.

Leggi il resto

La timidezza

Se di carattere siete timidi allora giocate da casa davanti al computer, perché al tavolo del casinò rischiate di venire schiacciati fisicamente e psicologicamente

Leggi il resto

La velocità

E' vero che rispetto ad altri giochi la roulette è più equa, ma con la sua velocità di produzone di risultati si rischia di finire i soldi molto in fretta.

Leggi il resto

Emulazione

Si sa che l'erba del vicino è sempre più verde e quindi si corre il rischio di farsi influenzare dal comportamento di altri giocatori.

Leggi il resto

Accessibilità

Finché era confinata al casinò la roulette non era facilmente accessibile, ora che si gioca anche da casa il rischio è aumentato.

Leggi il resto

La fuga impossibile

Alla roulette (e in forma più grave alle slot machines) il giocatore corre il rischio di venire ipnotizzato dalla ripetitività delle operazioni di gioco: le frasi del croupier, il brusio di fondo, il rumore della pallina.

Leggi il resto

Cognizione del tempo

Al casinò non ci sono orologi. Dicono che il famoso Francois Blanc decise di togliere ogni orologio dalle sale da gioco per far perdere la cognizione del tempo e tenere la gente di più sui tavoli.

Leggi il resto

i rischi della roulette
Capitale non adeguato Capitale non adeguato

Alla roulette il giocatore con la banca piccola sfida il casinò con la manca immensa. Si parte già svantaggi ...

Bari e truffatori Bari e truffatori

Che siano i gestori del casinò, i giocatori o i croupier dove c'è il denaro c'è sempre in agguato il furbac ...

Il rischio di vincere Il rischio di vincere

Facile dire "non gioco più quando si perde", molto meno riuscire a farlo quando si vince. La vincita, sopratt ...

Ricerca di status Ricerca di status

La percezione assoluta della roulette come simbolo del rischio e dell'azzardo, porta molte persone a giocare p ...

La cifra tonda La cifra tonda

Il più grosso pericolo psicologico. Perché non ci si ferma quando è il momento di fermarsi e si insegue la ...

Complessità sistemi Complessità sistemi

La roulette con le sue molteplici variazioni di metodi di gioco e puntate offre ai giocatori esperti la possib ...

La timidezza La timidezza

Se di carattere siete timidi allora giocate da casa davanti al computer, perché al tavolo del casinò rischia ...

La velocità La velocità

E' vero che rispetto ad altri giochi la roulette è più equa, ma con la sua velocità di produzone di risulta ...

Emulazione Emulazione

Si sa che l'erba del vicino è sempre più verde e quindi si corre il rischio di farsi influenzare dal comport ...

Accessibilità Accessibilità

Finché era confinata al casinò la roulette non era facilmente accessibile, ora che si gioca anche da casa il ...

La fuga impossibile La fuga impossibile

Alla roulette (e in forma più grave alle slot machines) il giocatore corre il rischio di venire ipnotizzato d ...

Cognizione del tempo Cognizione del tempo

Al casinò non ci sono orologi. Dicono che il famoso Francois Blanc decise di togliere ogni orologio dalle sal ...