Questo sito fa uso di cookie, i cookie introducono una gamma di servizi che migliorano la tua fruizione del sito. Utilizzando il sito si ritiene accettato l'uso dei cookie secondo le nostre linee guida. Per maggiori informazioni clicca qui.

Home Vincere Calma Vincere la noia

Vincere la noia

Aspettare il momento giusto per giocare può essere molto noioso ed è senza dubbio la sfida più difficile per il giocatore di roulette.

Un segreto per vincere sta nel scegliere il momento di attacco opportuno, più si sceglono combinazioni limite e più aumentano le chance di vittoria. Purtroppo però aumentano anche i tempi di attesa e con essi il rischio di soccombere all'effetto della noia.

La roulette non è uno sport ricco di colpi di scena, è abbastanza monotono da guardare se non si hanno i propri soldi sul tavolo. Basta vedere gli sguardi spenti di alcuni croupier per capire che girare la pallina non è il mestiere più accattivante del mondo.

Loro però hanno l'obbligo di stare attenti, devono vigilare sulle puntate, aiutare i clienti a piazzarle ed impedire ai furbi di farla franca. Ne hanno di occasioni per distrarsi soprattutto ai tavoli affollati.

Il sistemista, che deve attendere molti colpi, non ha altra scelta che trovare dei metodi personali per distrarsi pur rimanendo presente e attivo sul gioco per individuare il momento dell'attacco.

Il vincitore lo si riconosce perchè non si scompone, ha le sue routine, i suoi metodi per mitigare l'attesa e vincere anche la noia. Se è seduto al tavolo ed i croupier fanno delle battutine sul suo stare fermo senza giocare, lui è in grado di ignorarle oppure rispondere con una battuta sagace.

Fare i calcoli sul proprio foglietto è un metodo molto utile per ingannare l'attesa, così come piazzarsi vicino alla ruota ed osservare il lancio e provare ad indovinare la zona di caduta della pallina o il settore in cui si ferma. Oltra a distrarsi ci si farà anche una buona esperienza delle dinamiche di lancio dei vari croupier. Raccogliere ed analizzare le permanenze di altri tavoli è anche questo un buon metodo per passare il tempo all'interno della sala senza annoiarsi.

Sistemi di contenimento

In quei tavoli dove costringono ad alzarsi chi non punta per molti colpi, il vincitore ricorre a dei piccoli sistemi di contenimento progettati per lo scopo. Questi sistemi devono essere rigidamente precisi e meccanici senza spazio a interpretazioni. Il puntare ed il raccogliere le vincite servono anche come esercizio fisico per mantenere alto il livello di attenzione. Questi sistemi giocati con pezzi di poco valore riescono nello scopo di riempire attivamente l'attesa.

Il pezzo maledetto

Il giocatore che non è in grado di gestire la noia, in quei casinò che non hanno molte poltroncine e divani per sedersi (facile intuire il perché) finisce per aggirarsi tra i tavoli senza meta e cedere alla tentazione di mettere un pezzo sul tappeto "un pezzo solo" e così cade nella trappola della roulette che è lì, calma e inesorabile, ad aspettare il cedimento  psicologico del giocatore...

Nel gioco d'azzardo molti devono perdere affichè pochi possano vincere.

George Bernard Shaw

Buono a sapersi
Si ma quanto mi paghi ?

Non c'è bisogno di memorizzare i pagamenti della roulette francese, per sapere la vincita netta di ogni singola combinazione bisogna fare 36, diviso il totale dei numeri in gioco meno 1. Ad esempio i carrè (quattro numeri) pagano 8 e cioè 36/4=9 e 9-1=8.