Questo sito fa uso di cookie, i cookie introducono una gamma di servizi che migliorano la tua fruizione del sito. Utilizzando il sito si ritiene accettato l'uso dei cookie secondo le nostre linee guida. Per maggiori informazioni clicca qui.

Home Conoscere Il gioco Lo svolgimento Apertura del tavolo

Apertura del tavolo

Chi si reca ad un casinò italiano in un pomeriggio di un giorno feriale proverà un po' di tristezza ed anche fastidio nel vedere questa grandi sale piene di tavoli da gioco vuoti ed alcuni di capannelli di giocatori assiepati in una sola zona. Chi pensa di andare a giocare quando c'è meno gente rimane deluso doppiamente, troverà meno scelta di tavoli su cui puntare e più gente allo stesso tavolo con le ovvie sgradevoli conseguenze: lunghezza dei pagamenti, discussioni, acrobazie per piazzare le fiches, etc.

Il casinò decide l'apertura dei tavoli di roulette un po' come fanno i grossi supermercati con le casse (paragone calzante), principalmente per la rotazione del personale e per concentrare più giocatori su pochi tavoli, perchè il mantra per una casa da gioco è: unisci et impera. Meglio avere venti giocatori su due tavoli che su quattro, diminuisce il rischio di colpi fortunati vaganti ed aumenta la redditività del tavolo e con esso le mance.

E' quindi la direzione dei giochi che stabilisce se e quando aprire nuovi tavoli, quando chiuderli e quando aumentare o diminuire (rarissimamente) i minimi di puntata.

Il rituale dell'apertura del tavolo è uguale nella sua forma per ogni tipo di tavolo, cambia solo la quantità di fiches ed il numero di croupier.

Gli ispettori arrivano al tavolo accompagnati da un impiegato che porta su un carrello con dentro la dotazione di fiches che formerà la “Cassa” o “Banca” iniziale di quel tavolo.
I croupier dispongono le fiches allineate divise per tagli, un croupier (solitamente il più anziano) conta le fiches annunciando i totali dei vari tagli, sotto lo sguardo attento degli ispettori che segnano e spuntano il loro registro. Terminata l'operazione firmano appositi moduli ed il tavolo è pronto per essere aperto.
I croupier spostano ordinatamente le fiche nella zona di loro competenza intorno alla roulette, successivamente  sia loro che gli chef prendono i rispettivi posti ed annunciano l'inizio della partita, posizioneranno la pallina nella roulette nella casella corrispondente al numero della data di quel giorno (ad esempio il 25 Aprile nella casella del 25) e da quel momento il tavolo inizia una nuova avventura.

All'operazione di apertura si può assistere ed è un esercizio da fare assolutamente. Se vi capita osservate le fiches, e fate un rapido conto mentale per rendervi ulteriormente conto della sproporzionata differenza di potenza tra il proprio portafoglio e la dotazione dell'avversario, vi servirà per non illudervi troppo e comportarvi di conseguenza.
Capirete che sedersi ad un tavolo della roulette con un budget limitato pensando di sbancare equivale nel gioco del Risiko avere un solo carrarmatino circondato da decine di armate avversarie e sperare di distruggerlo, meglio forse accontentarsi di qualche piccola vittoria e poi battere in ritirata...