Questo sito fa uso di cookie, i cookie introducono una gamma di servizi che migliorano la tua fruizione del sito. Utilizzando il sito si ritiene accettato l'uso dei cookie secondo le nostre linee guida. Per maggiori informazioni clicca qui.

I tavoli

Il tavolo della roulette è dove avviene tutto. Nel momento in cui non vengono più accettate le puntate, tutto quello che c'è sul tavolo diventa una scommessa 'ufficiale' con il banco.

Tutti i tavoli della roulette sono costruiti in modo da avere tre aree ben distinte:

  • la zona in cui poggia la roulette - che non deve essere direttamente accessibile dai giocatori
  • La zona dei croupier - che devono avere libertà di manovra su tutto il tavolo
  • La zona dei giocatori - che devono poter accdere facilmente al tappeto di gioco

    Il tavolo della roulette può essere di due forme principali a seconda del numero dei croupier che vi lavorano: tavoli ad 1 croupier (fairoulette e Americana) e tavoli a 3 croupier (roulette francese)

    Sul tavolo l'area di gioco si differenza dal layout del tappeto, che è diverso a seconda dei tipi di roulette.

    Il colore è solitamente verde ("il tavolo verde") ma può variare a secondo delle esigenze stilistiche del casinò.

    Oltre ai tavoli sopraccitati in europa si possono ancora trovare i tavoli doppi, in cui la roulette è posizionata al centro e due tavoli sono posizionati sui lati opposti.

    Bisogna anche fare attenzione a particolari layout in cui si possono giocare solo le chance multiple. Solitamente sono di colore diverso dagli altri e sono riconoscibili per avere solo il disegno del rettanolo numerato.

    La moda di cambiare colore ai tavoli sta dilagando e si trovano oggi tavoli di diverse tonalità, persino colori forti come rossi e azzurri intensi. Sarà ma personalmente giocare su un tavolo che non sia verde non mi soddisfa, un po' come bere un sorso di vino da una lattina..

    Stesso discorso vale per i nuovi tipi di tavoli che stanno apparendo per cercare di attrarre giocatori curiosi, diversificare l'offerta e non ultimo, velocizzare il gioco.
    La TJ Huxley ha brevettato un tavolo elettronico in cui non si usano le fiches. Si tratta di un grosso schermo al plasma touchscreen in cui si punta picchiettando il dito sulla combinazione prescelta mentre si poggia una mano su un sensore.

    Un altro tavolo è quello con il layout doppio, in cui è possibile puntare su tutti i numeri rimanendo nella stessa poszione senza allungarsi o sbracciarsi.

    La fortuna non dà mai; presta soltanto.

    Proverbio svedese

    Buono a sapersi
    Il giocatore suicida

    A Montecarlo, un tempo, vista la pubblicità negativa per il crescente numero di suicidi di giocatori sul lastrico, uomini del casinò erano incaricati di intervenire a mettere dei soldi in tasca del suicida così da far credere che il gesto fosse per motivi opposti. Un giorno si sentì uno sparo e un uomo fu trovato a terra agonizzante proprio vicino al casinò. I solerti addetti gli riempirono le tasche di denaro. Quando arrivò la polizia del cadavere si erano perse le tracce e c'è chi sostiene di averlo visto fresco e arzillo giocarsi i quattrini al tavolo della roulette.