Questo sito fa uso di cookie, i cookie introducono una gamma di servizi che migliorano la tua fruizione del sito. Utilizzando il sito si ritiene accettato l'uso dei cookie secondo le nostre linee guida. Per maggiori informazioni clicca qui.

Home Conoscere Gli strumenti Le fiches Le fiches false

Le fiches false

I casinò hanno a disposizione un numero preciso e controllato di fiche da utilizzare. Alla apertura e chiusura di ogni tavolo avviene il conteggio, principalmente per controllare gli incassi ma anche per scoprire se sono state introdotte nel casinò fiches illegali.

Il problema delle fiche false non è altro che una conseguenza dell'utilizzo di monete e banconote false. Nel secolo scorso a Montecarlo si usava puntare rotoli di banconote, che in alcuni casi si scopriva che le banconote erano inframezzate da fogli di carta senza valore.

La diffusione delle fiches per togliere dal tavolo il denaro contante non ha scoraggiato i falsari che hanno avuto i loro momenti di gloria (mai pubblicizzati dai casinò per evitare il rischio di emulazione).

I signori Bourgogne et Grasset oggi tra i primi produttori al mondo di fiches, affermano di aver iniziato quest'attività proprio dopo aver letto di una grossa truffa con fiche false d'avorio e madreperla. Loro pionieri dell'industria della plastica hanno in breve conquistato il mercato.

Oggi con la globalizzazione dei mercati, la massiccia diffusione dei casinò ed i bassi di costi di manodopera nei peasi orientali sta diventando una grossa emergenza.

I produttori di fiches, sempre attenti a migliorare i servizi ai propri clienti principali stanno adottando nuovi sistemi tecnologici quali mettere uno strato di vernice visibile agli ultravioletti o inserire un chip all'interno della fiche, in mancanza di meglio provvedono alla sostituzione delle fiche, annullando con delle apposite stampigliature quelle non più valide che diventano oggetto promozionale o materiale per collezionisti.

Le fiches con il chip usano la tecnologia RFID e sono usate non solo per verificarne l'autenticità ma in combinazione con software dedicati per tracciare il loro percorso e quindi calcolare in tempo reale l'incasso del tavolo o analizzare le statistiche sulle combinazioni puntate.
In certi casinò uscire con le fiches RFID in tasca può far scattare l'allarme sonoro, poprio come succede nei negozi con l'antitaccheggio.

I giocatori, soprattutto i neofiti che sono timidi nel chiedere al croupier di cambiare o si vergognano ad andare alla cassa per cambiare solo 50€  devono fare attenzione a non cadere nella trappola di accettare in cambio fiche da altri giocatori.

Non affrontate i casinò con timidezza o soggezione. Sono soltanto delle slot machine gestite da bancari e meccanici.

Ian Fleming

Buono a sapersi
Non gioco più me ne vado

La direzione giochi in qualsiasi momento può decidere di interrompere la partita avvisando solo tre colpi prima. E del giocatore che stava puntando per recuperare o quello che era in attesa del momento ideale per puntare chissefrega.

>>>