Questo sito fa uso di cookie, i cookie introducono una gamma di servizi che migliorano la tua fruizione del sito. Utilizzando il sito si ritiene accettato l'uso dei cookie secondo le nostre linee guida. Per maggiori informazioni clicca qui.

Home Conoscere Gli strumenti Le fiches Come si usano le fiches

Come si usano le fiches

Per poter giocare al tavolo occorrono le fiches adatte a quel tipo di tavolo, non è possibile per il giocatore piazzare altre fiche o banconote e monete sul tavolo.

Le fiche si possono cambiare alla cassa dove un incaricato provvederà a cambiare il controvalore in gettoni.
Nel caso di casinò con valuta diversa dalla propria, il cassiere provvedrà a cambiare con il corrispetivo del cambio e rilascerà oltre alle fiches una ricevuta con il cambio applicato e l'eventuale resto. Ricevuta che si dovrà esibire al termine del gioco per riavere la voluta originale.
alla cassa è possibile anche cambiare direttamente utilizzando la propria carta di credito, questa alternativa è utile per chi non volesse circolare con troppi contanti, occorre però informarsi se il casinò accetta le carte di credito.

I contanti possono essere anche cambiati direttamente al tavolo.
Nei casinò le operazioni di cambio, sia di soldi che di fiche non vengono fatte consegnando in mano al croupier i soldi o le fiche, ma si devono appoggiare sul tavolo. Occorre quindi fare attenzione anon posizionarle quando la pallina sta girando, il croupier sta pagando o non vi sta prestando attenzione perchè impegnato a piazzare altre puntate.

Controllare sempre e subito che il numero ed il valore delle fiche sia esattamente quello indicato. Può capiatare che l'impiegato in buona fede si sbagli.

Se si desidera giocare su più tavoli della fairoulette sarà opportuno giocare con le fiche di valore, che però vanno tenute d'occhio perchè comuni a più giocatori.
Nel caso si volesse abbandonare un tavolo bisogna riconsegnare tutte le fiche di colore al croupier chiedendo il cambio "con pezzi di valore"

Quando si sa affrontare la roulette il gioco diventa un passatempo. Quando non si sa affrontarla conviene stare a casa.

Marchese D'Aragò

Buono a sapersi
Il giocatore suicida

A Montecarlo, un tempo, vista la pubblicità negativa per il crescente numero di suicidi di giocatori sul lastrico, uomini del casinò erano incaricati di intervenire a mettere dei soldi in tasca del suicida così da far credere che il gesto fosse per motivi opposti. Un giorno si sentì uno sparo e un uomo fu trovato a terra agonizzante proprio vicino al casinò. I solerti addetti gli riempirono le tasche di denaro. Quando arrivò la polizia del cadavere si erano perse le tracce e c'è chi sostiene di averlo visto fresco e arzillo giocarsi i quattrini al tavolo della roulette.