Questo sito fa uso di cookie, i cookie introducono una gamma di servizi che migliorano la tua fruizione del sito. Utilizzando il sito si ritiene accettato l'uso dei cookie secondo le nostre linee guida. Per maggiori informazioni clicca qui.

Home Raccolta articoli e pubblicazioni COVID 19 - Rouge Impair Passe

COVID 19 - Rouge Impair Passe

di Il Direttore

La pandemia e il confinamento hanno creato una situazione nuova per tutti. Noi giocatori di roulette abituati a recarci al casinò, ci siamo "trasferiti" sui casinò on-line per continuare con la nostra passione. In questi luoghi virtuali sono arrivate anche molte persone che, alla ricerca di "svago" tra le mure di casa, hanno scoperto la roulette.

COVID 19 - Rouge Impair Passe

Giocare da casa non è come giocare dal vivo

Le roulette live on-line ci portano dentro decine di casinò senza doverci spostare fisicamente e questo è un vantaggio in termini di spesa e comodità. Attenzione però, una delle cause principali che favoriscono la dipendenza del gioco è la facile accessibilità. Potendo giocare ventiquattr'ore su ventiquattro il pericolo di venire "presi dal demone" è enorme.

Discorso analogo per la velocità. Più si gioca e più alla lunga il banco vince. Il calcolo per i casinò è molto semplice, più gira la roulette e più la "tassa sullo zero" colpisce, tempo uguale denaro. Per questo le roulette lente dei casinò reali con circa venti boules all'ora, hanno i minimi del tavolo altissimi, mentre on-line le velocissime "speed roulette" con circa una boule al minuto si possono giocare con soli 50 cent.
Quindi attenzione, potendo giocare tanti colpi in poco tempo il pericolo di venire "presi dal demone" è enorme.

La smaterializzazione del denaro è un altro rischio nelle roulette on-line. I soldi per giocare finiscono in una cassa virtuale e puntate, vincite, perdite sono solo dei numeri che scorrono sullo schermo, accompagnati magari da suoni suggestivi, ma senza una vera interazione fisica.
Nel casinò reale si allunga il braccio per mettere i gettoni sul tavolo, se si perde la pila in mano o in tasca diminuisce di volume e di peso, se si vince il croupier ci passa altri pezzi che raccogliamo con una soddisfazione sia fisica che psicologica (gli altri ci guardano invidiosi). Tutto questo manca ed è un pericolo, perché senza passaggio fisico di denaro ad ogni colpo si perde il senso della misura e il pericolo di venire "presi dal demone" è enorme.

Giocare per giocare è qualcosa che va assolutamente evitato. Avendo tanto tempo libero a disposizione e un computer o un telefono a portata di mano, la tentazione di farsi "una giocatina" è dietro l'angolo. Se ci si vuole distrarre o ad esempio impegnare il tempo che manca per la cena, meglio dedicarsi a qualche altra attività che non preveda l'uso del denaro.
 Giocare alla roulette non è un gioco, come ha scritto tempo fa un nostro collaboratore in un articolo sempre valido. Bisogna conoscere le regole ed avere una strategia su cosa puntare, quando puntare, quanto puntare e quando smettere di giocare. Senza di queste il pericolo di venire "presi dal demone" è enorme.

Cosa fare allora?

Partiamo dall'ultimo punto, bisogna assolutamente avere una strategia, qualunque essa sia, ma delle regole chiare, soprattutto su quando fermarsi sia che si vinca, che si perda o che si raggiunga un limite di tempo prefissato (meglio tutti e tre).

Procuratevi dei gettoni (fiches) o alternative per simulare il numero di "pezzi". Bisogna assolutamente avere una chiara idea fisica di quanto si sta rischiando. Dovete essere sia giocatori che croupier.
 Prima di ogni sessione di gioco, mettete tutti i gettoni nel banco e prendete quelli che dedicate alla sessione, esattamente quelli che volete "rischiare" on-line.

Ad ogni puntata spostate fisicamente sul tavolo il corrispondente in gettoni della puntata fatta on-line. Se la puntate è persa, spingete i gettoni nella cassa del banco, se vincete prelevate dal banco la vincita.
Oltre ad essere più divertente e coinvolgente del mero cliccare, il vantaggio psicologico è enorme. Vi aiuta ad essere coscienti di quello che state rischiando creando un doppio rinforzo, visivo e tattile. Vedere la propria pila di gettoni assottigliarsi è più "preoccupante" di vedere diminuire il totale del credit.
Inoltre il volume di pezzi vinti rappresenta realmente l'andamento della partita rispetto al conteggio in euro.
Ad esempio se giocate pezzi da cinquanta centesimi e vincete 5 euro in un'ora di gioco, vi sembrerà poca cosa e magari continuate a giocare, ma se davanti a voi avete una pila di 100 gettoni in più di quella iniziale capirete che avrete già vinto parecchio.

 

Concludendo il Covid è già un problema di suo, non fatelo diventare un dramma buttandovi sulle roulette on-line senza un minimo di criterio e preparazione.

 

Dello stesso autore
  • Lessons from "The gambler" Lessons from "The gambler"

    Da una vecchia canzone country dei consigli di gioco evergreen

  • Chi non si ferma è perduto Chi non si ferma è perduto

    La roulette non perdona e un giocatore deve sapersi fermare in tempo altrimenti...

  • La cassa degli errori La cassa degli errori

    Sbagliare è umano, ma se a farlo è la macchina?

  • I polli dalle uova d'oro I polli dalle uova d'oro

    Li chiamano tornei di roulette ma non sono altro che un modo subdolo per fare soldi

  • Non è il gioco ma è il giocatore Non è il gioco ma è il giocatore

    Una buona condotta di gioco è il primo fattore di successo per riuscire a vincere alla roulette

  • Tutto in una fiche… Tutto in una fiche…

    Incredibile finale dell'Italian Roulette Championship !!! Il vincitore si aggiudica il torneo per una sola fiche di differenza.

  • Bot da orbi Bot da orbi

    Le nuove tecnologie possono esserci utili, basta tenere bene gli occhi aperti e non farsi fregare

  • Il lato oscuro della Roulette Il lato oscuro della Roulette

    Esperti, professionisti, studiosi e giocatori abituali lo sanno: vincere o perdere alla roulette è soprattutto una questione di testa.

  • Evitare di perdere o cercare di vincere ? Evitare di perdere o cercare di vincere ?

    Capire come inconsciamente cambia il comportamento del giocatore durante una sessione di gioco può essere fondamentale per la riuscita della serata

  • Side bet alla roulette Side bet alla roulette

    Nuovi tavoli e nuove combinazioni per catturare sempre più nuovi giocatori

  • Se lo dice internet... Se lo dice internet...

    Siamo sicuri che commenti e recensioni in rete siano affidabili ?

  • Giocare alla roulette per sopravvivere alla crisi ? Giocare alla roulette per sopravvivere alla crisi ?

    Nei momenti di difficoltà c'è chi ricorre al gioco per raddrizzare la baracca

  • La madre dei furbi è sempre incinta La madre dei furbi è sempre incinta

    C'è un oceano di giocatori affamati ed aumentano i pescatori senza scrupoli...

  • Chi si ferma non è perduto Chi si ferma non è perduto

    Una sosta fa sempre bene, alla roulette la gestione delle soste può fare la differenza.

  • Finché la chance va... Finché la chance va...

    E' meglio seguire una serie in calore o è meglio puntare sulla sua interruzione, oppure è più saggio attendere momenti più regolari ?

  • Quando il payout diventa il peyote Quando il payout diventa il peyote

    Quando i casinò danno i numeri delle vincite i giocatori cominciano a "dare i numeri"

  • Nuovo rivoluzionario libro sulla roulette Nuovo rivoluzionario libro sulla roulette

    In anteprima e ad un prezzo di favore potrete avere il libro del famoso professor Dellagioia Massimo. L'inventore delle circovarianze instabili e fin'ora l'unico ad aver applicato con successo la f...

  • Il fine non giustifica i "pezzi" Il fine non giustifica i "pezzi"

    Quanto è giusto rischiare per ottenere una vincita alla roulette?

  • Play foolish, play hungry Play foolish, play hungry

    Prendo spunto dal discorso di Steve Jobs ai giovani di Standford, diventato il suo testamento spirituale per le nuove generazioni, per mandare un accorato messaggio a tutti quelli che si troveranno...

  • Un'ondata di nuovi giocatori Un'ondata di nuovi giocatori

    Cambiano le tecnologie e gli utenti ma l'approccio alla roulette è sempre lo stesso... purtroppo

  • Esistono ancora le roulette difettose ? Esistono ancora le roulette difettose ?

    I grandi vincitori del passato hanno sfruttato un difetto della ruota, oggi farlo è più difficile, ma non impossibile...

  • Ma tu vinci alla roulette? Ma tu vinci alla roulette?

    Un conto è predicare e un conto è razzolare, e quando si tratta del gioco non si scherza ed è giusto rispondere al quesito posto da un lettore

  • Ma sono vere roulette? Ma sono vere roulette?

    Ma c'è da fidarsi delle roulette automatiche con l'aria compressa che spinge la pallina ?

  • Il ghepardo e la gazzella Il ghepardo e la gazzella

    Il ghepardo non corre avanti e indietro nella savana inseguendo tutte le gazzelle e sperando che una di queste prima o poi inciampi, ma aspetta e attacca quella più facile da raggiungere...

  • Al casinò con il computer Al casinò con il computer

    Tra le domande che spesso ci arrivano in redazione c’è quelle in cui ci chiedono se è possibile portare il computer al casinò è tra le più ricorrenti.

  • Andiamo a cercar funghi Andiamo a cercar funghi

    Questa è la frase che utilizza un amico quando mi chiama per propormi un assalto alla roulette. Non è per nascoderlo alle mogli, anche perchè vedendoci uscire in giacca e cravatta...

  • Guadagnare 20 pezzi al giorno Guadagnare 20 pezzi al giorno

    Ma sarebbero davvero sufficienti per sbancare il casinò e vivere di rendita?

  • Ma le roulette live sono truccate? Ma le roulette live sono truccate?

    Puntavo nero e sono 12 rossi di fila, sicuramente è truccata. E io puntavo rosso e ho vinto: meno male che era truccata...

La paura di perdere deve essere sempre inferiore al desiderio di vincere

Anonimo