Questo sito fa uso di cookie, i cookie introducono una gamma di servizi che migliorano la tua fruizione del sito. Utilizzando il sito si ritiene accettato l'uso dei cookie secondo le nostre linee guida. Per maggiori informazioni clicca qui.

Home Conoscere Gli strumenti La pallina

La pallina

Palline avorioball spinningPalline teflon

Anche la pallina ("boule") riveste un ruolo fondamentale e la sua precisione e perfezione garantiscono uno svolgimento del gioco più equo e di conseguenza più favorevole per il casinò.

La pallina della roulette viene lanciata dal croupier appoggiandola al bordo superiore della parte concava e dandogli un colpo deciso. A quel punto occorreranno i seguenti fenomeni fisici:

  • Rotazione su se stessa
  • Attrito della parte inferiore sulla superficie concava
  • Attrito della parte laterale sulla superficie del bordo interno del cilindro
  • Forza centrifuga determinata dalla velocità di lancio
  • Forza di gravità

tutte queste componenti si sommano e, con la diminuzione della velocità dovuta ai vari attriti, i rapporti tra le forze cambiano fino al punto che la forza di gravità farà staccare la pallina dal bordo e scendere a spirale verso il centro.

Le dimensioni

Le palline sono solitamente di due diverse dimensioni: 18 e 21 mm, nei paesi anglosassoni si utilizzano palline di dimensioni pressoché uguali, leggermente più piccole o più grandi dovute alle differenti unità di misura: 3/4" e 7/8".

La dimensione della pallina è importante perché una pallina piccola tenderà a rimbalzare di più una volta raggiunto l'interno della casellina, mentre tenderà a fermarsi prima se il bordo inferiore della casellina (l'altezza della campana) è più alto del suo baricentro.
Al contrario una pallina di grosse dimensioni tenderà a rimanere intrappolata all'interno della casella quando cade di lato, perché essendoci meno gioco perde subito velocità sbattendo contro il separatore, mentre se il bordo inferiore è più basso, tenderà a salire sulla campana se la sua discesa è più verticale anche a basse velocità (ad esempio se colpisce la losanga verticale).

Il materiale

Il materiale è cambiato negli ultimi anni dall'avorio alle palline in materiali sintetici (teflon, acetato, nylon, altri polimeri) per due principali motivi, il divieto di usare l'avorio come materiale e la maggiore elasticità delle palline sintetiche. Questa maggiore elasticità aumenta il coefficiente di rimbalzo rendono la corsa della pallina più imprevedibile.

Il peso è un altro fattore determinante. I vari tipi di plastica hanno delle durezze diverse e di conseguenza le palline possono essere più o meno pesanti. Per fare un esempio estremo consideriamo il peso del pallino del biliardo e di una pallina da ping-pong, entrambi in materiali sintetici ma entrambi gli sport non sarebbero gli stessi se gli strumenti si invertissero.

La massa del materiale ne determina la forza di gravità che farà precipitare più o meno velocemente la pallina e l'energia cinetica data dalla rotazione sul proprio asse della pallina. Le palline più leggere ruoteranno di più su se stesse e di conseguenza ci impiegheranno più tempo a fermarsi.

Quali e quante ?

Ogni tavolo ha in dotazione diverse palline e di diversa misura, a discrezione del capo tavolo, può venire sostituita la pallina con una differente. Questa operazione viene fatta a volte per interrompere una serie di numeri anomala o per "disturbare" il filotto di un giocatore vincente.

La paura di perdere deve essere sempre inferiore al desiderio di vincere

Anonimo

Buono a sapersi
Non gioco più me ne vado

La direzione giochi in qualsiasi momento può decidere di interrompere la partita avvisando solo tre colpi prima. E del giocatore che stava puntando per recuperare o quello che era in attesa del momento ideale per puntare chissefrega.

>>>