Questo sito fa uso di cookie, i cookie introducono una gamma di servizi che migliorano la tua fruizione del sito. Utilizzando il sito si ritiene accettato l'uso dei cookie secondo le nostre linee guida. Per maggiori informazioni clicca qui.

Home Raccolta articoli e pubblicazioni Simulazione di una chance sulla ruota

Simulazione di una chance sulla ruota

di Lonerider

L'ordine dei numeri sul tavolo non corriponde alla loro posizione sulla ruota, giocare una chance - 18 numeri - sulla ruota può essere una strategia efficace o una risorsa laddove i minimi sono alti

Simulazione di una chance sulla ruota

Questa metodologia di gioco nasce dalla necessità di poter aggirare l'ostacolo dei minimi alti sulle chance presenti nei casinò svizzeri e su moltissimi casinò online.

Analizzando la posizione dei numeri sulla ruota, ho individuato una serie di 9 cavalli che se giocati insieme occupano due spicchi della ruota (uno di 15 ed uno di 3 numeri) come illustrato nella figura qui a fianco. Data la disposizione dei numeri sulla ruota ho preferito scegliere una sola chance formata da 18 numeri e non prendere in considerazione la chance opposta. Che tradotto sarebbe come considerare solo il nero delle chance rosso/nero.

I giocatori più attenti avranno notato già che la scelta dei numeri è una unione tra i cavalli della serie e quelli degli orfanelli.

Un altro vantaggio di questa metodologia risiede nella possibilità di giocare su settori della ruota e sfruttare così meglio il rapporto diretto che esiste tra la combinazione giocata e la roulette, ovvero molte caselle contingue appartengono alla stessa combinazione. Invece nel caso delle cassiche chance rosso/nero e manque/passe il salto di una casella determina la vittoria o la sconfitta.
Per chi crede poi nell'influenza della mano del croupier, beh è uno tra i modi più efficaci per scegliere un settore di 18 numeri (di cui 15 numeri contigui), invece che distribuire pieni e cavalli sul tappeto.
Per chi invece ama giocare e soffrire guardando la ruota che gira, beh, un settore così grande opposto allo zero è facile da identificare e quindi da "vivere" anche per chi lo gioca per la prima volta.

I nove cavalli da mettere in gioco sono i seguenti:

1 2 3 4 5 6 7 8 9
5/8 6/9 10/11 13/16 14/17 23/24 27/30 31/34 33/36

Tornando al discorso iniziale sui minimi alti, se prendiamo ad esempio un casinò in cui il limite minimo alla fairoulette sia 0,5€ per le chance multiple e 10€ per quelle semplici. Con questo metodo potete giocare la chance con 4,5€ e fare due puntate invece che una. 

Per quanto riguarda le i sistemi di gioco, dato che si tratta di una simulazione della chance semplice molti di quelli esistenti possono essere tranquillamente applicati.
Io personalmente ho giocato e gioco un sistema basato sulle ripetizioni che ho chiamato il palio

MASSIMO AURELIO :
06/10/2014 00:57

Ma se la tua ricerca si basa sul minimo di puntata puoi giocare "IN BIANCO"
Ovvero senza puntare, ma segnando le uscite, così magari ti diverti e non perdi...
ROULETTEMANIA blog

Commenting has been disabled.
Dello stesso autore
Sullo stesso argomento
Un esempio da seguire Un esempio da seguire

Siete disposti ad andare al casinò a registrare 500 boules al giorno per due mesi ?

Ferrer 2012 Ferrer 2012

Il “grafico universale di Ferrer” spiega un particolare modo di attaccare con progressiva copertura del tappeto, fino alla vittoria assicurata. Avendolo ripreso in mano ultimamente, ho pensato...

Il metodo Parkston Il metodo Parkston

Pubblicato nella prima metà del secolo scorso a Londra sull' Evening Standard

La teoria TFRS applicata alla roulette La teoria TFRS applicata alla roulette

Presentazione del pensiero alla base del sistema per la roulette derivato dalla teoria TFRS

La legge del terzo La legge del terzo

Possiamo ritenere la legge del terzo come una tendenza fondamentale e sempre presente in qualsiasi insieme delimitato di fenomeni casuali.

la roulette al cinema
The monte carlo story (1957)
The monte carlo story (1957)

Il banco non batte il giocatore. Gli dà la possibilità di battersi da solo.

Nick Dandalos