Questo sito fa uso di cookie, i cookie introducono una gamma di servizi che migliorano la tua fruizione del sito. Utilizzando il sito si ritiene accettato l'uso dei cookie secondo le nostre linee guida. Per maggiori informazioni clicca qui.

Home Giocare Giocare al casinò Comportamento

Comportamento

Cambiano i tempi le persone e di conseguenza anche i comportamenti all'interno delle sale da gioco, ma certi eccessi non sono tollerati, a meno che non si perda di brutto o si lasci mance cospicue...

Le sale da gioco erano considerate come dei templi o delle cattedrali, in cui i giocatori dovevano mantenere un riserbo ed un contegno per non disturbare gli altri "discepoli" presenti. Anche i riti e la sacralità di certi gesti contribuivano a creare l'atmosfera solenne.

Quando la pallina girava la si sentiva scorrere nella ruota a parecchi metri di distanza tanto era il silenzio rispettoso dei presenti. All'uscita del numeor non mancavano certo i commenti più o meno chiassosi di vincitori e vinti. Commenti e reazioni sempre tenuti al minimo anche perchè in caso contrario solerti ispettori provvedevano a rimproverare il giocatore minacciandolo di ritirargli la carta d'ingresso.

In occasioni particolari negli anni d'oro dei casinò le vittorie eclatanti di giocatori più o meno famosi venivano accompagnate da  applausi di approvazione che venivano "tollerati" dal casinò. Oggi il problema non si pone più, non ci sono più quel tipo di giocatori (se non in qualche privè) e la gente è diventata più egoista, va al casinò per giocare i propri soldi e non per passare la serata durante la propria vacanza alla spa o in riviera.

Detto questo ci sono delle regole di buon senso ed educazione che vanno rispettate:

  • far sedere e lasciare spazio agli anziani
  • non correre, urlare o schiamazzare
  • non bestemmiare o insultare gli operatori di gioco

Comunque tutto è sempre relativo al tipo di giocatore o per dirla secondo gli occhi del casinò al tipo di "cliente". Infatti, come si vede spesso, il giocatore che urla e impreca veemente ad ogni colpo perso, disturbando i presenti più morigerati, se mette sul tavolo ad ogni colpo migliaia di euro sul tavolo verrà sicuramente tollerato più a lungo di altri, soprattutto se continua a perdere.

Tombè: tutti fermi!

Una regola interessante ancora in vigore in tutti i casinò prevede che, nel caso dovessero cadere per terra nei pressi del tavolo sia ai croupier che ai giocatori, non è permesso a nessun mortale di muoversi per raccoglierle. Le fiche che cadono vicino al tavolo diventano sacre o radioattive, se li si tocca non si sa a quale pericolo si va incontro.
Viene suonato un campanello e si materializza il valletto che avrà l'incarico di raccoglierle e disporne secondo le istruzioni del capo tavolo, restituendole al giocatore o ai croupier.

Non giocavo contro un avversario, giocavo sempre e solo contro l'idea di perdere

Eric Cantona

Buono a sapersi
Vietato passare

Sia i soldi che le fiche non possono mai essere passate in mano al croupier. Per evitare disguidi bisogna sempre appoggiarle sul tavolo. Visto che il tavolo è frequentato da più mani è sempre meglio scegliere una zona libera al di fuori del "terreno di gioco" ed accertarsi che il croupier stia guardando.