Questo sito fa uso di cookie, i cookie introducono una gamma di servizi che migliorano la tua fruizione del sito. Utilizzando il sito si ritiene accettato l'uso dei cookie secondo le nostre linee guida. Per maggiori informazioni clicca qui.

Home Editoriali Play foolish, play hungry

Play foolish, play hungry

di Il Direttore

Prendo spunto dal discorso di Steve Jobs ai giovani di Standford, diventato il suo testamento spirituale per le nuove generazioni, per mandare un accorato messaggio a tutti quelli che si troveranno ad affrontare la roulette.

Play foolish, play hungry

L'adattamento della frase completa è: "Don't Play foolish don't play hungry" che tradotta in italiano suona "Non giocare stupidamente e non giocare da affamati".

La roulette è un gioco d'azzardo, non va considerata alla stregua di un passatempo costoso. Ci si vuole divertire al gioco, ma il gioco è divertente solo se si vince, qualunque sia il capitale o l'ammontare della giocata. Anche il milionario che siede al tavolo e lancia piastrelle da diecimila euro (che valgono i dieci centesimi del comune mortale) gioca per vincere.

Play foolish

Giocare stupidamente significa affrontare la roulette senza un minimo di criterio logico, senza un'idea precisa di cosa, come e quanto si volgia puntare, senza un'idea precisa dei tempi e delle regole del gioco e soprattutto senza un obiettivo di vincita.

Quindi don't play foolish. avete solo il 2,7% di probabilità a vostro sfavore. La roulette è uno dei giochi d'azzardo più onesti in circolazione, con un po' di preparazione, un metodo sensato ed un obiettivo di vincita raggiungibile e sensato è impossibile venire sempre sconfitti.

Play hungry

Ha ragione Steve Jobs che bisonga sempre essere "affamati" di conoscenza, per crescere, espandere i propri orizzonti, per migliorarsi.
Saziare questa fame di sapere è la ragione per cui questo sito esiste, per dare la possibilità a tutti, gratuitamente, di farsi le ossa e capire se la roulette è il gioco d'azzardo adatto alle proprie esigenze di evasione e guadagno.

il monito "Don't play hungry", si riferisce invece alla vera fame, sia quella fisica che quella metaforica di una vita al di sotto dei propri standard, per mancanza di soldi, di lavoro, di casa, di famiglia, di affetti ed altro ancora.
La fame in questo caso è un vuoto da colmare ed il gioco troppo spesso viene visto come la soluzione più semplice ed immediata per cercare di colmarlo. Questo vuoto nei casi della roulette è il più delle volte un vuoto finanziario.

Le motivazioni sono diverse: la ricerca di un metodo per vivere di rendita, qualche soldo per integrare lo stipendio o la pensione, comprarsi un oggetto desiderato o, la peggiore delle situazioni, guadagnare qualche soldo per vivere.
Qualunque esse siano non bisogna mai giocare da affamati, non si è nelle condizione psicologiche per vincere, perché vincere è soprattutto una questione di testa.
Chi ha cercato nella roulette e nel gioco la soluzione ai propri problemi finanziari nella stragrande maggioranza dei casi ha finito per peggiorare la propria situazione.

Connecting the dots looking backwards

(Unire i puntini riguardando indietro)
Approfitto ancora delle parole del discorso di Steve Jobs per rivolgermi a chi vuole giocare la roulette seriamente.
Per trovare il metodo personale più adatto per affrontare la roulette è importante sempre saper guardare indietro a quello che si è fatto e cercare di collegare tutte le esperienze. Non solo quello che abbiamo fatto noi con i nostri studi o con le nostre esperienze di gioco, ma soprattutto quello che hanno fatto gli altri in più di duecento anni di storia di roulette.
Le informazioni per giocare bene e per vincere sono disponibili, bisogna riuscire a collegarle insieme.

Infine ricordatevi sempre che la roulette è più di un gioco, è una bestia feroce e, se la si vuole domare, non bisogna mai abbassare la guardia, sarebbe molto "foolish"perché la bestia roulette è sempre "hungry"...

Editoriali
Chi non si ferma è perduto Chi non si ferma è perduto

La roulette non perdona e un giocatore deve sapersi fermare in tempo altrimenti...

La cassa degli errori La cassa degli errori

Sbagliare è umano, ma se a farlo è la macchina?

I polli dalle uova d'oro I polli dalle uova d'oro

Li chiamano tornei di roulette ma non sono altro che un modo subdolo per fare soldi

Non è il gioco ma è il giocatore Non è il gioco ma è il giocatore

Una buona condotta di gioco è il primo fattore di successo per riuscire a vincere alla roulette

Tutto in una fiche… Tutto in una fiche…

Incredibile finale dell'Italian Roulette Championship !!! Il vincitore si aggiudica il torneo per una sola fi ...

Bot da orbi Bot da orbi

Le nuove tecnologie possono esserci utili, basta tenere bene gli occhi aperti e non farsi fregare

Il lato oscuro della Roulette Il lato oscuro della Roulette

Esperti, professionisti, studiosi e giocatori abituali lo sanno: vincere o perdere alla roulette è soprattutt ...

Evitare di perdere o cercare di vincere ? Evitare di perdere o cercare di vincere ?

Capire come inconsciamente cambia il comportamento del giocatore durante una sessione di gioco può essere fon ...

Side bet alla roulette Side bet alla roulette

Nuovi tavoli e nuove combinazioni per catturare sempre più nuovi giocatori

Se lo dice internet... Se lo dice internet...

Siamo sicuri che commenti e recensioni in rete siano affidabili ?

Giocare alla roulette per sopravvivere alla crisi ? Giocare alla roulette per sopravvivere alla crisi ?

Nei momenti di difficoltà c'è chi ricorre al gioco per raddrizzare la baracca

La madre dei furbi è sempre incinta La madre dei furbi è sempre incinta

C'è un oceano di giocatori affamati ed aumentano i pescatori senza scrupoli...

Chi si ferma non è perduto Chi si ferma non è perduto

Una sosta fa sempre bene, alla roulette la gestione delle soste può fare la differenza.

Finché la chance va... Finché la chance va...

E' meglio seguire una serie in calore o è meglio puntare sulla sua interruzione, oppure è più saggio attend ...

Quando il payout diventa il peyote Quando il payout diventa il peyote

Quando i casinò danno i numeri delle vincite i giocatori cominciano a "dare i numeri"

Nuovo rivoluzionario libro sulla roulette Nuovo rivoluzionario libro sulla roulette

In anteprima e ad un prezzo di favore potrete avere il libro del famoso professor Dellagioia Massimo. L'invent ...

Il fine non giustifica i "pezzi" Il fine non giustifica i "pezzi"

Quanto è giusto rischiare per ottenere una vincita alla roulette?

Play foolish, play hungry Play foolish, play hungry

Prendo spunto dal discorso di Steve Jobs ai giovani di Standford, diventato il suo testamento spirituale per l ...

Un'ondata di nuovi giocatori Un'ondata di nuovi giocatori

Cambiano le tecnologie e gli utenti ma l'approccio alla roulette è sempre lo stesso... purtroppo

Esistono ancora le roulette difettose ? Esistono ancora le roulette difettose ?

I grandi vincitori del passato hanno sfruttato un difetto della ruota, oggi farlo è più difficile, ma non im ...

Ma tu vinci alla roulette? Ma tu vinci alla roulette?

Un conto è predicare e un conto è razzolare, e quando si tratta del gioco non si scherza ed è giusto rispon ...

Ma sono vere roulette? Ma sono vere roulette?

Ma c'è da fidarsi delle roulette automatiche con l'aria compressa che spinge la pallina ?

Il ghepardo e la gazzella Il ghepardo e la gazzella

Il ghepardo non corre avanti e indietro nella savana inseguendo tutte le gazzelle e sperando che una di queste ...

Al casinò con il computer Al casinò con il computer

Tra le domande che spesso ci arrivano in redazione c’è quelle in cui ci chiedono se è possibile portare il ...

Andiamo a cercar funghi Andiamo a cercar funghi

Questa è la frase che utilizza un amico quando mi chiama per propormi un assalto alla roulette. Non è per na ...

Guadagnare 20 pezzi al giorno Guadagnare 20 pezzi al giorno

Ma sarebbero davvero sufficienti per sbancare il casinò e vivere di rendita?

Ma le roulette live sono truccate? Ma le roulette live sono truccate?

Puntavo nero e sono 12 rossi di fila, sicuramente è truccata. E io puntavo rosso e ho vinto: meno male che er ...

Un gentiluomo è colui che paga i suoi debiti di gioco anche quando sa che è stato truffato

Leone Tolstoy