Questo sito fa uso di cookie, i cookie introducono una gamma di servizi che migliorano la tua fruizione del sito. Utilizzando il sito si ritiene accettato l'uso dei cookie secondo le nostre linee guida. Per maggiori informazioni clicca qui.

Home Raccolta articoli e pubblicazioni Sistema Happy New Year

Sistema Happy New Year

di Massimo Aurelio

Ecco un bel Sistema inedito. Non è il solito “systemin” E’ un ottimo sistema Omaggio per i lettori di LA ROULETTE. Con un Augurio per l’anno che verrà.

Sistema Happy New Year

Photo by Melanie Hughes on Unsplash

 

L'ETERNO PROBLEMA: SU QUALE COMBINAZIONE PUNTARE? ROSSO O NERO ??? Come regolarsi? Magari puntando su tutte due? Perché no? Mettiamo che due amici; Marco e Carlo, decidano di giocare in società e mentre uno punterà sempre a Rosso l'altro punterà sempre a Nero.

Facciamo l'esempio che incontrino una serie di 10 rossi e mettiamo che entrambi utilizzino come manovra finanziaria la famosa montante "D'ALEMBERT" (che alcuni sistemisti ritengono la miglior manovra, al raggiungimento dell'equilibrio), detto in poche parole, semplicemente aumenta la posta di un pezzo dopo ogni colpo perso e diminuisce di uno dopo ogni vincita.

  • Rosso 1+1+1+1+1+1+1+1+1+1+ totale vincita di 10 pezzi. (ha sempre vinto quindi non deve diminuire).
  • Nero: 1-2-3-4-5-6-7-8-9-10 totale perdita 55 pezzi. (aumenta di 1 dopo ogni colpo perso)

Quindi puntando contemporaneamente sia su Rosso che su Nero i nostri amici avrebbero ricavato una perdita secca di 45 pezzi. (Cercando l'equilibrio).

Bene, cioè male! Ma noi non cerchiamo l'equilibrio, preferiamo trovare lo scarto. Inoltre anziché aumentare le puntate con i soldi nostri, proprio mentre stiamo già perdendo, preferiamo aumentare la posta solo quando guadagniamo e anziché tirare fuori soldi (fiches) dalle nostre tasche è molto meglio usare quelli gentilmente forniti dal Casinò. Dunque adotteremo una montante esattamente opposta, aumenteremo la posta di uno, dopo una vincita e diminuiremo la posta di uno dopo le perdite, ovvero la cosiddetta manovra "Contro-D 'alembert".

Ecco vediamo le puntate:

  • Rosso 1+2+3+4+5+6+7+8+9+10+ tot. Vincita+ 55 pezzi (vince e aumenta di 1)
  • Nero 1-1-1-1-1-1-1-1-1-1- tot Perdita -10 pezzi. (perde ma non può diminuire)

Diciamo che la situazione è nettamente migliorata, abbiamo guadagnato un netto di +45 pezzi, bene! ma si può fare molto meglio ed in maniera più bilanciata.

Perché la strategia risulti perfettamente proporzionale, i nostri giocatori dovranno partire da posta base 10 anziché da 1, infatti così facendo potranno davvero diminuire o aumentare ogni colpo perdente/vincente in ragione uno, (come ci insegna il Prof. Miguel Boutet nel suo famoso trattato: Le differenziali sincronizzate) ed ecco il risultato ottenuto giocando su entrambi i colori partendo con puntate a base 10 :

  • ROSSO 10+11+12+13+14+15+16+17+18+19 Tot. Vincita +145 pezzi. (vince e aumenta di 1)
  • NERO 10-9- 8- 7- 6- 5- 4- 3- 2- 1- Tot. Perdita -55 pezzi. ( dopo ogni colpo perso diminuisce di 1)

Ecco che stavolta la differenza fra il giocatore a rosso (vincente) e quello a nero (perdente) ci fa vincere la bellezza di 90 pezzi.

Ma i nostri due amici si rendono conto di mettere sul tappeto inutilmente troppi soldi esponendoli al rischio di perdere entrambi quando esce lo ZERO e decidono così di utilizzare la cosiddetta: manovra in "DIFFERENZIALE".

Ognuno prosegue il puntamento del proprio colore, ma solo sul carnet di gioco. Sul tappeto verrà messa la differenza fra le due puntate e sarà posta sul colore con la puntata più alta. In questo modo ci sarà sempre un giocatore vincente, anche se esce il colore dove non c'è puntato niente.

Questo è possibile perché, alla fine del gioco i due si troveranno in tasca tutti i pezzi vinti, sia realmente, sia fittiziamente. Ciò succede perché il giocatore vincente aumenta lo scalino della montante, mentre quello perdente lo diminuisce e ciò che non si è incassato ora lo si incasserà poi dall'ammontare della differenza fra le due puntate teoriche del carnet di gioco.

Supponiamo che Marco deve puntare 8 pezzi e Carlo deve puntarne 5. Entrambi annotano le loro puntate nel carnet ma solo Marco punta 3 pezzi realmente a tappeto a Rosso mentre Carlo non punta niente.
Esce Rosso e Marco annota che ha vinto+8, Carlo invece segna che ha perso-5.(+8-5 = 3+)

Al colpo successivo Marco aumenterà la puntata al termine superiore della montante, mentre Carlo diminuirà la sua puntata al termine inferiore, ma si punterà però sempre la differenza sul colore che ha la puntata maggiore.

Se lo squilibrio continua, la differenza della puntata sarà sempre più grande, quando il giocatore sfortunato si troverà nei termini più bassi, annoterà la sua perdita (fittizia) ma gli utili che nel frattempo il giocatore fortunato avrà annotato nel suo carnet saranno notevolmente maggiori, di conseguenza la cassa generale (reale) sarà in attivo. Come è possibile ciò?

E' possibile perché mentre Marco vinceva puntava sempre di più alto (MA RISCHIANDO SOLO SOLDI VINTI) e quando Carlo man mano diminuiva le sue puntate, perché perdeva spesso, Marco che aveva il vento in poppa, ha aumentato la sua puntata proporzionalmente, incassando le sue vincite al netto delle perdite che Carlo in realtà ha solo annotato nel suo carnet.

In pratica questo gioco in differenziale non è solo un modo per rendere più blanda la montante, ma soprattutto permette di fare un "Doppiogioco" non direzionale ed indifferente, puntando la posta più alta generalmente dalla parte del vincente, ma anche quando la posta è perduta uno dei due giocatori guadagna.

Se poi gli attacchi sono favoriti da un risultato tendenziale, il differenziale oltre a mitigare gli scarti consente di arrivare rapidamente alla chiusura in guadagno senza grosse difficoltà espositive. Il giocatore fortunato finanzia quello sfortunato che aveva perso fittiziamente.

E tutto ciò senza dover cercare un ritorno all' utopico equilibrio, sarà sufficiente aver trovato qualche piccolo scarto, non necessariamente i 10 rossi o neri a fila, che usiamo solo per fare degli esempi facilmente comprensibili. Ricordate:

LO SCARTO è LA REGOLA E L'EQUILIBRIO è L'ECCEZIONE.

Quindi ricapitolando; non andremo MAI a mettere realmente sul tappeto la posta di entrambi i nostri due giocatori fittizi, punteremo per differenza, se Nero punta 10 e Rosso punta 10 a tappeto ovviamente non va nulla.

Se N punta 11 e R punta 9 metteremo 2 pezzi sul nero, ( N 12 / R 8 = 4 ) a Nero e via così, ora vediamo l'esempio che segue.

ROSSO 10+11+12+13+14+15+16+17+18+19 Tot. Vincita 145 pezzi+

NERO 10-9-8-7- 6-5- 4- 3- 2- 1- Tot. Perdita 55 pezzi-

Posta: 02+.4+ 6+ 8+ 10+12+14+16+18+ Tot vincita REALE netta + 90 pezzi

Esattamente come se avessimo puntato su entrambi i colori ma con un'esposizione di capitale per il rischio dello zero sicuramente molto inferiore.

Ovviamente questo è un esempio fatto per far comprendere il funzionamento della montante ed il vantaggio che ne deriva ogni volta che si trova uno scarto.

N.B. Quando le due poste si pareggiano, ritornano entrambe immediatamente a posta base 10.

Trattamento dello ZERO
Semplice; per noi NON ESISTE, se possibile, si lascia tranquillamente la posta in prigione e si attende il colpo seguente, se perdente si marca il colore e il colpo perso, si sarebbe perso comunque. Se era vincente, non si marca nulla come se il colpo non fosse mai uscito, la posta una volta liberata rimane puntata dov'era e si attende il colpo seguente senza pensarci su nemmeno un attimo e senza alterare la sequenza. (Ma purtroppo molti Casinò online addebitano subito la perdita, in tal caso si registra semplicemente la perdita in cassa, colpo neutro, sempre senza alterare la sequenza) si ripete il colpo.


Finora abbiamo visto la teoria fondamentale di questa strategia.
Ora dalla teoria passiamo alla pratica ed esamineremo delle partite reali ed il loro svolgimento

Innanzitutto vediamo lo Schema di gioco o CARNET.

#PRNRNeroRossoTappeto
1 N R 1a 2a 3a 4a
2
3
4
5
6
7
8
9
  • # - I colpi progressivi
  • PR - Marca la permanenza (numeri estratti)
  • N e R - Marcano le uscite a Nero / Nero
  • Nero e Rosso - Marcano la posta Reale in differenziale a tappeto

Le colonne sotto a Tappeto marcano le puntate reali

  • N e R - La puntata nella colonna giocata
  • 1a - Marca l'esposizione di cassa
  • 2a - Marca la vincita parziale
  • 3a - Marca le vincite nette progressive
  • 4a -  Il numero di attacchi

Nell'allegato trovate  il carnet completo

 

Ripilogo delle regole generali e del protocollo operativo

  1. Non si fa nessuna scelta, nessuna previsione, non importa quanti rossi o neri a fila sono usciti, INDIFFERENZA ! Come dicono gli scettici, è impossibile fare previsioni, ogni colpo è nuovo, è vero! (Ma chissenefrega)
    Gli ATTACCHI dipenderanno esclusivamente dal calcolo matematico delle puntate che due giocatori fittizi dovranno effettuare; uno gioca sempre a Nero, l’altro sempre a Rosso…
  2. La montante o manovra finanziaria che utilizzeremo sarà la cosiddetta:
    “DIFFERENZIALE CONTRO DALEMBERT IN VINCITA”( modificata da Boutet).
    A Base 10, ossia: Iniziando con posta 10, aumenteremo la posta di un pezzo, dopo una vincita e diminuiremo la posta di uno dopo una perdita. Quindi è sempre il colore uscito che fa aumentare la sua posta, mentre quello mancante la fa diminuire. Dimodoché si punterà più spesso sul colore che esce con maggiore frequenza, anziché puntare su quello in scarto.
  3. La puntata che metteremo sul tappeto sarà sempre data dalla differenza delle puntate dei due giocatori fittizi. Se le due puntate sono uguali non si punta nulla, ma si marca sul proprio carnet il risultato del colpo (della boule estratta dalla roulette).
    E’ buona norma dopo DUE colpi perdenti consecutivi passare al gioco fittizio sino al primo colpo fittizio vincente.
  4. Bisognerà puntare sul colore che presenta l’importo maggiore, senza pretendere troppo, in vincita al massimo arriveremo alla puntata reale di 10 pezzi, poi dopo un colpo positivo + 10 (Dato dall’espressione 15/5, che rappresento un modesto scarto "5") torneremo alla posta base 10/10.
  5. Lo ZERO, per semplicità deve essere considerato un colpo perso, ma non altera minimamente le sequenze del nostro Carnet di gioco, si ripete esattamente la stessa puntata.
  6. Non cercheremo il ritorno all’equilibrio o il pareggio fra colpi vinti e colpi persi, chiuderemo l’attacco ogni volta che la cassa generale (reale) andrà in attivo, dandoci un utile che riterremo valido a fronte dei colpi visti e/o giocati, la scelta sarà individuale.
  7. UN vantaggio che ci offre la roulette è quello che ci consente di iniziare e smettere quando vogliamo, quindi usiamolo.
    Sia da casa che al casinò non cambia.Una partita sarà composta da 5 o 6 attacchi, in media dovrebbe durare al massimo un centinaio di colpi (se sono meno meglio), poi andrà fatta una pausa rilassante, magari per mangiare o fare una passeggiata e dopo solo se ci si sente ancora lucidi e in forma si potrà fare una seconda partita, in caso contrario, si incassa e si fila via, la roulette girerà ancora quando ritorneremo.
  8. UN vantaggio che ha il giocatore è che può decidere quale somma vuole mettere a rischio di perdita.  Accettare lo STOP LOSS, (il SALTO in perdita) è fondamentale , chiaramente qualsiasi sistema ne va soggetto (più o meno), uno STOP troppo basso salterà troppo spesso, uno troppo alto quando verrà preso potrebbe essere talmente forte da sbatterci per terra e non farci più rialzare e allora ?
  9. Bisogna trovare la giusta misura, ma per essere tale si deve adeguare anche al nostro carattere, questo è molto importante.
    Uno stop di 100 pezzi massimo è più che ottimo, ci consentirà di affrontare il gioco con una doppia tranquillità, quella di uscire vincenti dalla maggioranza degli attacchi, con un discreto utile e quella di saperlo accettare senza drammi, quando inevitabilmente si sarà costretti a subirlo, in questo caso la nostra media mensile di guadagno verrà ridimensionata, ma sarà comunque positiva, eppure la maggioranza dei giocatori non si sanno accontentare, non hanno pazienza, non hanno CARATTERE e vengono sopraffatti dall’ingordigia e dall’avidità, pretendono di recuperare sempre subito le perdite e di moltiplicare rapidamente il proprio capitale.
    • SENZA DISCIPLINA, SENZA CARATTERE, SENZA PERSEVERANZA, SENZA TEMPO,
    • SENZA UN CAPITALE ADEGUATO, NON SI OTTIENE NULLA.
    • LE PERDITE NON SI RECUPERANO… SI FANNO NUOVE VINCITE.
    • NON facciamo previsioni, non importa se esce Rosso oppure Nero,
    • LA NOSTRA LEGGE SI CHIAMA INDIFFERENZA.

In allegato una permanenza reale autentica del casinò di Baden Baden del 18 Agosto 2011, tavolo francese n°2, da cui abbiamo ricavato due partite con relativo commento.

 

Bene mi rendo perfettamente conto che la prima lettura potrebbe essere di difficile comprensione, occorre esaminare gli esempi allegati, colpo dopo colpo e poi rileggere pagina per pagina e parola per parola, poi fare delle prove a tavolino finche tutto sarà chiarito, non è difficile e  ne vale la pena.

Comunque anche nel caso in cui a qualche lettore il metodo risultasse poco chiaro, sarà sufficiente eseguire diligentemente le regole che sono state elencate, per poter tranquillamente portare il gioco a tappeto anche se non si è compreso perché si vince, l’importante è vincere … altro che partecipare!.

Forse vi sembrerà di non averci capito nulla, ma questo metodo è molto più semplice da applicare che da illustrare, basta non arrendersi alle prime difficoltà. Comunque l’Autore (il sottoscritto) è volentieri a disposizione di chi volesse ulteriori chiarimenti, è sufficiente chiamare sul mio cell. o inviare una email:

Rileggete il testo ed iniziate ad applicarlo, se commettete degli errori non importa, provate, riprovate, provate ancora, finché non sarete perfettamente padroni del vostro gioco, poi potrete cominciare dei test con delle roulette online, sempre con piattaforme demo (senza soldi veri) e quando finalmente avrete raggiunto la necessaria padronanza del gioco potrete passare al gioco reale, sempre con la massima prudenza.

Buon Anno nuovo

Massimo Aurelio
Blog - Roulettemania

Nota della redazione

Con questo sistema iniziamo un nuovo servizio per tutti i lettori. Il carnet on-line.
Vi basterà inserire i numeri della permanenza e vi verrà indicata la combinazione e i pezzi da giocare.
Lo trovate a questo link Carnet sistema

Dello stesso autore
  • Il giocatore samurai e la filosofia zen Il giocatore samurai e la filosofia zen

    Assimilare le teorie Zen è di fortissimo aiuto per arrivare a vincere la propria battaglia con la roulette.

  • Professional Gambler Professional Gambler

    Odio pensare che la gente regali i propri soldi ai casinò.

  • Roulette azzardo o trading? Roulette azzardo o trading?

    Non esistono sistemi infallibili, ma è possible usare tecniche e strategie finanziarie per difendersi al meglio.

  • Far saltare il banco Far saltare il banco

    Sui Casinò ed in particolare sulla Roulette esistono numerose leggende, alcune autentiche, altre con un fondo di verità ed una buona parte inventate di sana pianta.

  • Non è peccato Non è peccato

    “Dicono che quello lì frequenta i casinò… gioca alla Roulette!” - “Poveretto allora deve essere proprio un debosciato

  • Consigli per principianti (Validi anche per gli esperti). Consigli per principianti (Validi anche per gli esperti).

    Speculare alla Roulette non è un gioco. E’ un lavoro serio, non è divertente, non deve procurare emozioni, nè piacere, DEVE RENDERE SOLDI!

Più dei giocatori che vincono molto, i casinò temono i giocatori che vincono molto incassano le vincite e vanno a casa.

Marten Jensen