Questo sito fa uso di cookie, i cookie introducono una gamma di servizi che migliorano la tua fruizione del sito. Utilizzando il sito si ritiene accettato l'uso dei cookie secondo le nostre linee guida. Per maggiori informazioni clicca qui.

Home Raccolta articoli e pubblicazioni Roulette a modo mio

Roulette a modo mio

di Massimo Aurelio

Qualche consiglio per affrontare in maniera ottimale le chance semplici

Roulette a modo mio

A volte si trovano in rete delle bestialità assurde; uno dichiara di avere fatto 200 milioni di prove e subito un altro lo rimbecca, pontificando i che duecento milioni sono troppo pochi, un altro ancora suggerisce almeno TRE MILIARDI SIGH!!!
NO comment.

Ma quel che è peggio, nella maggioranza degli interventi che si trovano nel WEB è l'ignoranza dei partecipanti, il che non sarebbe assolutamente una colpa (tutti siamo ignoranti in molte cose, io per primo) quello che è insopportabile è che quasi tutti si spacciano per grandi esperti, sedicenti "Guru" e guai a chi si permette di contraddirli. Uno una volta ha scritto in un forum;
- "Sono già 4 mesi che studio la roulette, non ho mai messo piede in un casinò, ma vincere è facilissimo io ho trovato 4/5 sistemi assolutamente infallibili semplicissimi" ... e bla...bla...bla...

Così oggi approfittando del maltempo (a volte anche in Coté d'azur piove) vorrei dedicarvi qualche modesto pensiero sul comportamento ottimale da tenere quando si affrontano le chance semplici della Roulette o il Punto Banco. augurandomi che queste scarne informazioni vi consentano se applicate di ottenere dei risultati migliori.

1° LA SELEZIONE DEL COLPO

E' importantissima anche se difficilmente ci fornirà una soverchiante forza, comunque dovrebbe consentire almeno di evitare i grossi scarti, facciamo un esmpio con il famigerato metodo del <comunista> che consisterebbe nel giocare sempre a Rosso (più che come un comunista come un fesso) ebbene a parte la noia mortale, incontrando delle serie di 5/10/15 o + Neri ci beccheremmo dei bei filotti di scarti praticamente insormontabili. Dunque la selezione del colpo è assolutamente FONDAMENTALE.

La selezione non dovrà richiedere calcoli complicati, nè la messa in campo di diverse schede astruse e/o l'attesa di numerosi colpi a vuoto. Dovrà semplicemente fornirci delle regole chiare, con indicazioni rapide su dove effettuare la puntata sucessiva, o con l'eventuale scelta di qualche colpo fittizio e sopratutto, ci consentirà di non avere incertezze e tentennamenti.

Quando sento qualcuno dire, «dovevo puntare a nero ma ho puntato a rosso» gli darei un vaso in testa. Se la regola dice di puntare a Nero, anche se in cento puntano a rosso chisseneinfischia si punta a NERO !

2° LA MANOVRA FINANZIARIA

Purtroppo la massapari non ha mai dato risultati positivi nel lungo, ma nemmeno nel corto ! Per cui una montante sarà sempre indispensabile. In primo luogo dovrà essere molto blanda. La micidiale Martingala, la tremenda Labouchere, la violenta Fibonacci, persino la tanto sopravvalutata D 'Alembert portano il giocatore al salto (Stop Loss) tanto più fallimentare quanto più sarà alto il capitale di rischio impiegato.

Anzitutto la puntata non dovrà mai e ripeto MAI aumentare dopo un colpo perso, è solo dopo un colpo vincente che si potra calcolare il nuovo importo da puntare, tenendo sempre conto degli scarti incontrati, al fine di di recuperare lo scoperto. NON MAI con un solo colpo, bensì con diversi colpi vincenti, ma in numero sempre inferiore a quelli perdenti, per esempio se ho uno scoperto totale di cassa di 20 pezzi ed uno scarto -10, cercherò di recuperare la perdita con il 70% dello scarto ; +7 colpi vincenti da 3 pezzi ciascuno (3x7=21) anche non consecutivi, se nel frattempo invece lo scarto dovesse aumentare, dopo la seconda perdita consecutiva si tornerà alla posta precedente sino al prossimo colpo vincente che ci farà ricalcolare le puntate successive.

3° Gli STOP LOSS E WIN

Più alto sarà il capitale di rischio e più sara difficile recuperare gli stop loss che certamente incontreremo. Meglio fissare lo Stop Loss (il salto, la chiusura della partita in perdita) a massimo 5/6 volte il totale dello Stop Win (la chiusura della partita in vincita). Mettiamo di fissare la chiusura della partita quando si raggiunge un attivo di 10 pezzi netti, in questo caso useremo uno Stop Loss massimo di 50 pezzi. Così non diremo mai quello che sovente si legge nei post ;
«Ho guadagnato per tre mesi a fila, ma poi in una sola seduta ho riperso tutto » Ci basteranno poche partite per recuperare la perdita o meglio per fare nuove vincite.

Il sistema INFALLIBILE, quello che non perde mai non esiste, non servono milioni o miliardi di colpi per verificarlo è sufficente comprendere la Legge sui grandi numeri di Jacob Bernuilli, che è stata dimostrata e verificata centinaia di anni prima dell'invenzione del computer.

Esistono invece più sistemi MEDIAMENTE VINCENTI... magari dopo qualche milione di colpi perderanno ma chi se ne importa tanto ormai saremo tutti morti.

AD MAIORA SEMPER

MASSIMO AURELIO

BLOG ROULETTEMANIA

Dello stesso autore

La maniera migliore per raddoppiare i soldi in tasca è quella di piegarli in due

Kin Hubbard