Questo sito fa uso di cookie, i cookie introducono una gamma di servizi che migliorano la tua fruizione del sito. Utilizzando il sito si ritiene accettato l'uso dei cookie secondo le nostre linee guida. Per maggiori informazioni clicca qui.

Home Editoriali Al casinò con il computer

Al casinò con il computer

di Il Direttore

Tra le domande che spesso ci arrivano in redazione c’è quelle in cui ci chiedono se è possibile portare il computer al casinò è tra le più ricorrenti.

Al casinò con il computer

Fin dai tempi in cui si potevano sviluppare semplici programmini sulle calcolatrici programmabili ad oggi con palmari e telefonini il desiderio è sempre stato quello di avere a disposizione un aiuto per piazzare le puntate.

Ricordo ancora quando a Campione negli anni 80, ispettori e croupier guardavano con stupore e sospetto alcuni giocatori che inserivano le permanenze in una calcolatrice programmabile come quella qui a fianco.
Anche allora come oggi se il giocatore perde tutto viene tollerato, ma appena vince anche un orologio da polso diventa sospetto.

La situazione attuale è la seguente: i computer sono di regola vietati, non per la roulette, ma perchè c'è il sospetto che qualcuno possa usarli per contare le carte al black jack

Esiste un solo modello di computer che è legalmente accettato in tutti i casinò e che nessuno potrà impedirvi di usare al tavolo. E’ un computer potentissimo che di solito è alloggiato dentro la scatola cranica tra le due orecchie e si chiama cervello.
Quello che il vostro cervello può fare va oltre quello che potreste riuscire a programmare ed inserire in un palmare da usare al casinò. Il problema principale sull’utilizzo del computer cervello è che il software di base di cui è dotato non è molto adatto per i calcoli complessi del gioco della roulette. Occorre potenziarlo con dei plug-in speciali che in gergo si chiamano “studio, allenamento ed esercizio”.

Facciamo un esempio pratico.

display_new.gifEntrate in un casinò e vedete che ad un tavolo il display illustrato qui a fianco.
La prima impressione è che è fortemente sbilanciato sul rosso.
Un tavolo interessante, e se ci siamo programmati per giocare le chance quando lo scarto relativo supera 10 ci precipitiamo subito a giocare.
Ma quanti di voi sono in grado di accorgersi subito che gli ultimi 12 numeri sono tutti dispari e tutti passe? o che la prima dozzina e la seconda colonna in quei sedici numeri non è mai uscita? o che c’è un settore di 13 numeri sulla ruota che non è mai uscito? o che è uscita per tre volte la distanza 2?

Difficile? impossibile? eppure chi gioca gli annunci o combinazioni particolari riesce a capire con un colpo d’occhio quante volte sono usciti gli orfanelli o la nassa, mentre per altri questi valori sono sconosciuti. Chi gioca dozzine e colonne associate ogni numero che legge il suo cervello lo traduce istantaneamente in una delle nove possibili combinazioni.
Per non parlare di coloro che giocano sulle posizioni sulla ruota che leggendo il display sanno quali numeri vicini tra loro sono usciti e sa quali settori sono scoperti con la stessa facilità di uno che tiene d’occhio le sestine.
Sappiamo vedere tutti la terza colonna che è fatta da multipli di tre, c’è chi invece le sa vedere tutte all’istante senza fatica.

Pensate alle vostre capacità attuali e confrontatevi con gli esempi sopra. La differenza tra un principiante ed uno che riesce a calcolare a mente la distanza tra due numeri usciti non è una diversa predisposizione fisica, ma solo tanto allenamento.

Chi va la casinò con uno schema di gioco prestabilito, si siede ad un tavolo qualsiasi e comincia a segnare i numeri finchè non arriva il momento dell’attacco, di certo non ha bisogno di allenarsi. Il suo approccio alla roulette è consolidato e non gli serve nemmeno il computer.
A questo tipo di giocatore classico si sta contrapponendo una nuova generazione di giocatori, provenienti dal mondo dell’on-line e figli di una cultura in cui la parola “attesa” suona come una bestemmia. Questi vorrebbero avere un sistema di radiofrequenza che registra le boules di tutti i tavoli sul proprio iphone sul quale ci sono dei programmini (ovviamente scaricati da qualche sito pirata) che dicano qual è la combinazione vincente da puntare.

Tra questi due gruppi ci sono quelli che definisco i giocatori “moderni” e cioè coloro che scelgono una decina di combinazioni di riferimento, per le quali hanno studiato dei momenti di attacco ideale (condizioni limite statistico/probabilistiche) ed al casinò scrutano i display alle ricerca di una di queste condizioni.
Questi giocatori fanno del display più che dei foglietti la loro fonte di informazione e si aggirano come degli avvoltoi pronti a colpire sul ritardo, il calore, l’incastro o qualsiasi altra preda.

Negli Stati Uniti si usa dire che il successo è dato da “10% inspiration and 90% perspiration” (10% ispirazione e 90% sudore e fatica). I giocatori/sistemisti della roulette invertono il rapporto, hanno passato già il 90% del tempo a cercare il sistema perfetto che passano solo il 10% ad allenarsi per metterlo in pratica.

Indipendentemente dal sistema però, allenarsi a leggere i display, è una pratica quotidiana che un giocatore serio di roulette deve fare. Riconoscere le combinazioni ed essere in grado con un colpo d’occhio di capire come si sta comportando la roulette è una abilità che può portare solo buoni frutti, se non altro per fuggire o precipitarsi quei tavoli il cui comportamento appare “anomalo”.

E dato che non mi piace predicare senza minimamente razzolare, vi regalo qui sotto il piccolo programmino di training che mi sono creato e che da mesi utilizzo allo scopo (disponibile anche per l'utilizzo offline nella sezione downloads) .
Genero una permanenza gli butto un occhiata, la nascondo, e poi mi scrivo su un foglio le varie combinazioni su cui mi sto allenando. Poi lo rivisualizzo e vedo se le ho azzeccate.
Fatene buon uso senza esagerare, non vorreste trovarvi nella condizione di saper leggere il display ma non avere più le diottrie per farlo…

Alla prossima
Andrea Bianchi

Marco :
25/10/2012 12:43
Altro articolo interessante. La vera fatica è proprio quella di allenarsi, per fortuna ora con i casinò on line dal vivo posso avere i miei fogli a portata di mano e quindi essere aiutato nella puntata, tuttavia sto iniziando ad allenarmi per conoscere la roulette a memoria, le varie colonne e settori. Una volta trovato il metodo bisogna solo allenarsi come in ogni cosa, anche se inizialmente costa molta fatica.
andreaSpinWin :
30/10/2013 10:03
una domanda che sorge spontanea e perplessa a tutti!! casino "online" in gioco, possiamo tranquillamente usare pc software ecc.ecc. senza nessun problema.!! probabilmente non si creano nessun tipo di problema,come la penso io, correggetemi se sbaglio, impostano un payout che la spettanza e sempre + bassa, vale a dire classica vincita in perdita... giochi 100 vinci 90...grazie per la risposta
DARIO :
20/08/2015 19:16

Il gioco funziona in questo modo:
Comunicaziobe tra chi gioca e operatore ai calcolatori una volta
complesso oggi giochi da ragazzini.
Non usare mai telefonini prche sono tracciati ed eventualmente
rilevati.
Chi gioca diventa un semplice operaio magari pagato perche poco
e sempre da fastidio.
E poi la solita regla nessuna emozione

tirex :
13/09/2015 12:02

vediamo chi mi da una risposta.........
perché nei casino reali, ti fanno spegnere lo Smartphone? e naturalmente, totalmente proibito, usare qualsiasi calcolatore?

eheheheh domanda inversa!
perché online, puoi usare tutto quello che ti pare senza nessun vincolo di sorte?

non vi sembra un paradosso? cosa nascondono veramente le roulette live online?

vediamo chi mi da una risposta sensata
grazie a tutti

Commenting has been disabled.
Editoriali
Chi non si ferma è perduto Chi non si ferma è perduto

La roulette non perdona e un giocatore deve sapersi fermare in tempo altrimenti...

La cassa degli errori La cassa degli errori

Sbagliare è umano, ma se a farlo è la macchina?

I polli dalle uova d'oro I polli dalle uova d'oro

Li chiamano tornei di roulette ma non sono altro che un modo subdolo per fare soldi

Non è il gioco ma è il giocatore Non è il gioco ma è il giocatore

Una buona condotta di gioco è il primo fattore di successo per riuscire a vincere alla roulette

Tutto in una fiche… Tutto in una fiche…

Incredibile finale dell'Italian Roulette Championship !!! Il vincitore si aggiudica il torneo per una sola fi ...

Bot da orbi Bot da orbi

Le nuove tecnologie possono esserci utili, basta tenere bene gli occhi aperti e non farsi fregare

Il lato oscuro della Roulette Il lato oscuro della Roulette

Esperti, professionisti, studiosi e giocatori abituali lo sanno: vincere o perdere alla roulette è soprattutt ...

Evitare di perdere o cercare di vincere ? Evitare di perdere o cercare di vincere ?

Capire come inconsciamente cambia il comportamento del giocatore durante una sessione di gioco può essere fon ...

Side bet alla roulette Side bet alla roulette

Nuovi tavoli e nuove combinazioni per catturare sempre più nuovi giocatori

Se lo dice internet... Se lo dice internet...

Siamo sicuri che commenti e recensioni in rete siano affidabili ?

Giocare alla roulette per sopravvivere alla crisi ? Giocare alla roulette per sopravvivere alla crisi ?

Nei momenti di difficoltà c'è chi ricorre al gioco per raddrizzare la baracca

La madre dei furbi è sempre incinta La madre dei furbi è sempre incinta

C'è un oceano di giocatori affamati ed aumentano i pescatori senza scrupoli...

Chi si ferma non è perduto Chi si ferma non è perduto

Una sosta fa sempre bene, alla roulette la gestione delle soste può fare la differenza.

Finché la chance va... Finché la chance va...

E' meglio seguire una serie in calore o è meglio puntare sulla sua interruzione, oppure è più saggio attend ...

Quando il payout diventa il peyote Quando il payout diventa il peyote

Quando i casinò danno i numeri delle vincite i giocatori cominciano a "dare i numeri"

Nuovo rivoluzionario libro sulla roulette Nuovo rivoluzionario libro sulla roulette

In anteprima e ad un prezzo di favore potrete avere il libro del famoso professor Dellagioia Massimo. L'invent ...

Il fine non giustifica i "pezzi" Il fine non giustifica i "pezzi"

Quanto è giusto rischiare per ottenere una vincita alla roulette?

Play foolish, play hungry Play foolish, play hungry

Prendo spunto dal discorso di Steve Jobs ai giovani di Standford, diventato il suo testamento spirituale per l ...

Un'ondata di nuovi giocatori Un'ondata di nuovi giocatori

Cambiano le tecnologie e gli utenti ma l'approccio alla roulette è sempre lo stesso... purtroppo

Esistono ancora le roulette difettose ? Esistono ancora le roulette difettose ?

I grandi vincitori del passato hanno sfruttato un difetto della ruota, oggi farlo è più difficile, ma non im ...

Ma tu vinci alla roulette? Ma tu vinci alla roulette?

Un conto è predicare e un conto è razzolare, e quando si tratta del gioco non si scherza ed è giusto rispon ...

Ma sono vere roulette? Ma sono vere roulette?

Ma c'è da fidarsi delle roulette automatiche con l'aria compressa che spinge la pallina ?

Il ghepardo e la gazzella Il ghepardo e la gazzella

Il ghepardo non corre avanti e indietro nella savana inseguendo tutte le gazzelle e sperando che una di queste ...

Al casinò con il computer Al casinò con il computer

Tra le domande che spesso ci arrivano in redazione c’è quelle in cui ci chiedono se è possibile portare il ...

Andiamo a cercar funghi Andiamo a cercar funghi

Questa è la frase che utilizza un amico quando mi chiama per propormi un assalto alla roulette. Non è per na ...

Guadagnare 20 pezzi al giorno Guadagnare 20 pezzi al giorno

Ma sarebbero davvero sufficienti per sbancare il casinò e vivere di rendita?

Ma le roulette live sono truccate? Ma le roulette live sono truccate?

Puntavo nero e sono 12 rossi di fila, sicuramente è truccata. E io puntavo rosso e ho vinto: meno male che er ...

L’esperienza non è quello che ti succede, ma è quello che fai con quello che ti succede.

Aldous Huxley