Questo sito fa uso di cookie, i cookie introducono una gamma di servizi che migliorano la tua fruizione del sito. Utilizzando il sito si ritiene accettato l'uso dei cookie secondo le nostre linee guida. Per maggiori informazioni clicca qui.

Per vincere

Sarebbe stupido non cercare di farlo, ma non è detto che sia il vero motivo.

Scommetto che di tutte questi perché è il primo che avete scelto. Giocare per vincere è lo scopo naturale per chi nel gioco rischia i propri soldi.

In realtà non bisogna confondere la speranza con il motivo. Tutti speriamo di vincere ma è proprio quello il vero motivo per cui stiamo giocando?

Qui il giocatore di roulette deve veramente essere onesto con se stesso e nella maggior parte dei casi si ritroverà a dover ammettere che in realtà "gioca con la speranza di vincere".

Giocare per vincere significa innanzitutto avere un obiettivo ragionevole sia a breve termine che a lungo termine e comportarsi di conseguenza.

Chi gioca per vincere sa che non potrà farlo sempre ed usa le sconfitte in maniera costruttiva perché le prevede in anticipo e sa quale e quanto danno posso procurare, così è pronto con le necessarie contromisure.

Giocare per vincere non significa andare al casinò e cercare di tornare a casa sempre in attivo, chi cerca di farlo viene divorato dal miraggio e finisce per perdere tutto e indebitarsi fino alla rovina.

Giocare veramente per vincere non è bello, perché per poterlo fare la roulette deve necessariamente diventare un lavoro. Chi oggi gioca per vincere è una macchina, un automa, senza emozioni, sono i cosiddetti professionisti. Ce ne sono pochi al mondo, perché è difficile per un essere umano non "essere umano" e non tutti sono disposti a rinunciare alle emozioni viscerali che è in grado di dare la roulette. Molti preferiscono scegliere altre professioni per guadagnarsi il pane e tenere la roulette con e sue mille emozioni "per cercare di vincere".

Chiarita la differenza sostanziale il concetto di fondo però non cambia, per vincere bisogna lavorare più che sulla tecnica di gioco e sul capitale sul proprio autocontrollo. La strada da percorrere è sempre quella che porta ad essere degli automi ed è in ripida salita, ci si può fermare molto prima, ma se si vuole giocare per vincere non ci sono alternative bisogna incamminarsi e cominciare a sudare...

Chi dice che il denaro non è tutto nella vita, parla sicuramente del denaro degli altri.

Sacha Guitry

Buono a sapersi
Il giocatore suicida

A Montecarlo, un tempo, vista la pubblicità negativa per il crescente numero di suicidi di giocatori sul lastrico, uomini del casinò erano incaricati di intervenire a mettere dei soldi in tasca del suicida così da far credere che il gesto fosse per motivi opposti. Un giorno si sentì uno sparo e un uomo fu trovato a terra agonizzante proprio vicino al casinò. I solerti addetti gli riempirono le tasche di denaro. Quando arrivò la polizia del cadavere si erano perse le tracce e c'è chi sostiene di averlo visto fresco e arzillo giocarsi i quattrini al tavolo della roulette.