Questo sito fa uso di cookie, i cookie introducono una gamma di servizi che migliorano la tua fruizione del sito. Utilizzando il sito si ritiene accettato l'uso dei cookie secondo le nostre linee guida. Per maggiori informazioni clicca qui.

Home Conoscere I rischi Bari e truffatori Le faine

Le faine

 

I personaggi più infidi e più diffusi nei casinò italiani. Il loro mestiere è semplice, scrutano ed osservano la gente, trovano le potenziali vittime e al momento giusto affondano il colpo.

Le loro vittime sono i giocatori principianti, i gruppi di ragazzi e ragazze, quelli che giocano tanti pezzi a casaccio.

Il metodo è quello di chiamare la vincita. Ecco quello che succede:

  1. Quando il croupier chiede del proprietario della fiche vincente la faina si fa avanti facendo nascere la discussione.
  2. La vittima che verosimilmente è la prima volta che subisce un attacco simile si trova spiazzato. Inizia a reagire e ad alzare la voce, si agita, chiede conforto agli amici, al croupier, si dispera.
  3. La faina rimane calma, nel suo vestito elegante con l'aria di chi gioca da anni e non ha mai sbagliato a mettere una fiche in vita sua.
  4. Arriva lo chef il croupier spiega la situazione, chiede ai due giocatori di esporre le proprie ragioni.
  5. La vittima dice di aver messo lui la fiche di ricordarsi bene, ma dentro di se ha un timore reverenziale nei confronti dell'ispettore che lo fa sembrare insicuro.
  6. La faina con voce ferma e calma snocciola la descrizione di una puntata tecnica del tipo "x e y a cavallo ed un un pieno al w, z", spesso usa come riferimento i numeri sulla ruota.
  7. Il croupier al quale avete forse anche dato la puntata non si ricorda.
  8. Il risultato è che nella maggior parte dei casi se si tratta di un pieno lo chef decide di dividere la vincita tra i due tra le proteste della vittima che viene zittito con la minaccia di farlo uscire dal casinò per comportamento non decorso.
  9. Nel 99% dei casi la faina lascia la mancia al croupier mentre la vittima gliela tirerebbe negli occhi.

 

La prima difesa è cercare di giocare ai tavoli della fairoulette con le fiche di colore, se ciò non fosse possibile cercare di dare sempre il pezzo da puntare al croupier, in caso di contestazione mantenere la calma, non guardare mai la faina, parlare poco e ripetere sempre e solo la puntata effettuata, nessun commento, mostrare sicurezza sempre.
Inoltre oggi ci sono telecamere piazzate sopra i tavoli, non abbiate timore di chiedere di rivedere la registrazione, spesso se la cifra in question è bassa, lo chef preferisce risolverla subito e pagare entrambe le vincite che rallentare il tavolo per vedere la registrazione.